Responsabilità medica: decorrenza del termine prescrizionale e termine di presentazione della querela.

La Corte Suprema di Cassazione, pronunciandosi sulla decorrenza del termine prescrizionale relativo alle questioni di responsabilità medica, con sentenza n. 12701/16, si è uniformata al consolidato orientamento per cui il momento consumativo del reato di lesioni colpose da responsabilità medica coincide con l’insorgenza della malattia e non con il giorno della commissione del fatto.

Specificano inoltre gli Ermellini, che il momento di insorgenza della malattia  e la consequenziale decorrenza della prescrizione del reato coincidono con la data dell’ultimo intervento medico, anche se ancora la malattia non si è stabilizzata.

Viene però evidenziato, nella sentenza in commento, che il termine di proposizione della querela invece, deve diversamente individuarsi nella data di deposito della relazione medico legale, ovverossia nel momento in cui la persona offesa ha avuto conoscenza della possibilità che sulla patologia contratta abbiano influito errori diagnostici o terapeutici dei sanitari che l’hanno trattata.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.