SCADENZARIO GIUGNO 2024

(***) L. art. 37 del D. Lgs. N. 13/2024 ha previsto che i soggetti che esercitano attività economiche per le quali sono stati approvati gli ISA (anche con eventuali cause di esclusione) e che dichiarano ricavi o compensi di ammontare non superiore a € 5.164.569, compresi i contribuenti forfetari/minimi nonchè soci/associati/collaboratori di società e associazioni di soggetti ISA, tenuti ad effettuare entro il 01.07.2024 i versamenti risultanti dalle dichiarazioni dei redditi e IRAP, possono provvedervi entro il 31 luglio 2024 senza alcuna maggiorazione.

 

Per la consultazione dell’elenco completo delle scadenze fiscali di giugno 2024 pubblicato nel sito dell’Agenzia delle Entrate cliccate sul seguente link:

https://www1.agenziaentrate.gov.it/servizi/scadenzario/main.php

SCADENZARIO MAGGIO 2024

Per la consultazione dell’elenco completo delle scadenze fiscali di maggio 2024 pubblicato nel sito dell’Agenzia delle Entrate cliccate sul seguente link:

https://www1.agenziaentrate.gov.it/servizi/scadenzario/main.php

 

SCADENZARIO APRILE 2024

 

Per la consultazione dell’elenco completo delle scadenze fiscali di aprile 2024 pubblicato nel sito dell’Agenzia delle Entrate cliccate sul seguente link:

https://www1.agenziaentrate.gov.it/servizi/scadenzario/main.php

 

ENASARCO – MASSIMALI E MINIMALI PER L’ANNO 2024

MASSIMALI PROVVIGIONALI ENASARCO PER L’ANNO 2024

L’importo dei massimali 2024 per il calcolo dei contributi previdenziali Enasarco, per gli agenti operanti come ditta individuale o società di persone, sono stabiliti nella misura seguente:

MINIMALI CONTRIBUTIVI PER L’ANNO 2024:

Gli importi dei minimali contributivi per il 2024, per gli agenti operanti come ditta individuale o società di persone, sono stabiliti nella misura seguente:

Si rammenta che per determinare i minimali contributivi vanno considerati il:

PRINCIPIO DI PRODUTTIVITA’, in base al quale il minimale contributivo è dovuto solo se il rapporto di agenzia ha prodotto provvigioni nel corso dell’anno.

La maturazione di provvigioni anche per un solo trimestre, fa scattare l’obbligo di versamento del minimale anche con riferimento agli altri trimestri.

Se il rapporto di agenzia è rimasto “improduttivo” per tutto l’anno, il minimale contributivo non è dovuto.

PRINCIPIO DI FRAZIONABILITA’, in base al quale il minimale contributivo è frazionabile per quote trimestrali.

ALIQUOTE DEI CONTRIBUTI PREVIDENZIALI E ASSISTENZIALI ENASARCO

Le aliquote dei contributi previdenziali e assistenziali sono uguali all’anno precedente:

 

BANDO ISI INAIL – CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO 65%

L’Inail con il nuovo bando ISI mette a disposizione 500 milioni di euro per finanziamenti a fondo perduto alle imprese.

 

SOGGETTI AMMESSI

Possono partecipare al bando e accedere al contributo del 65% le imprese di tutto il territorio nazionale che appartengono ai seguenti settori:

  • Commercio;
  • Industria;
  • Artigianato;
  • Agricoltura ed Enti del terzo settore.

 

CONTRIBUTO

E’ previsto un contributo a fondo perduto in conto capitale del 65% fino a €. 130.000 (spesa max. di €.200.000).

L’investimento è possibile solo dopo aver presentato la domanda di contributo pertanto tutta la documentazione contabile e fiscale dovrà avere data successiva.

In caso di ottenimento del contributo, l’importo verrà accreditato dall’Ente pubblico sul conto corrente bancario della ditta Beneficiaria.

 

TIPOLOGIA DI INVESTIMENTI

Gli investimenti agevolabili sono stati classificati in 5 ambiti tra cui i principali sono l’ambito 1-2 diretti ad investimenti che migliorino la sicurezza e la salute nei luoghi di lavoro e la riduzione dei movimenti manuali dei carichi e l’ambito 3 per la rimozione dell’amianto con smaltimento Eternit e rifacimento del tetto.

I beni agevolabili devono essere NUOVI.

A titolo esemplificativo ma non esaustivo vi indichiamo i principali investimenti che rientrano nell’incentivo INAIL:

  • Macchinari e attrezzature (in generale tutte le attrezzature che riducano la movimentazione manuale di carichi o sforzo fisico, le vibrazioni, o il rumore);
  • Impianti che migliorano le condizioni di salute per i lavoratori;
  • Pavimentazione (rifacimento pavimenti crepati o scivolosi o ondulati);
  • Insonorizzazione Pareti;
  • GRU e Piattaforme Aeree “camion con cestello”, (esclusi camion trasporto merci);
  • Muletti, Transpallet, “Merli”, “Ragni” (obbligo di permuta vecchio);
  • Escavatori fino a 60 quintali (obbligo permuta di vecchio escavatore);
  • Minipale (Bobcat) fino a 45 quintali di peso (obbligo permuta vecchio);
  • Bonifica Amianto (progetti per rimozione e rifacimento coperture, pannelli fotovoltaici).

Termine di realizzazione del progetto: entro un anno dall’approvazione della domanda.

 

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Sul portale Inail – nella sezione “Accedi ai Servizi Online” – le imprese avranno a disposizione una procedura informatica che consentirà attraverso un percorso guidato, di inserire la domanda di finanziamento con le modalità indicate negli Avvisi regionali.

La domanda compilata e registrata, esclusivamente in modalità telematica, dovrà essere inoltrata allo sportello informatico per l’acquisizione dell’ordine cronologico, secondo quanto riportato nel documento “Regole Tecniche e modalità di svolgimento”.

Lo Studio è a disposizione per assistervi nella presentazione della pratica.

SCADENZARIO MARZO 2024

Per la consultazione dell’elenco completo delle scadenze fiscali di marzo 2023 pubblicato nel sito dell’Agenzia delle Entrate cliccate sul seguente link:

https://www1.agenziaentrate.gov.it/servizi/scadenzario/main.php

IMPOSTA DI BOLLO E OBBLIGO DI CONSERVAZIONE ELETTRONICA PER I FORFETTARI

Dal 01.01.2024 entra in vigore l’OBBLIGO DI FATTURA ELETTRONICA per tutti i soggetti forfettari che si avvalgono della L. 190/2014, a prescindere dalle somme percepite nell’ambito dell’attività professionale.

 

IMPOSTA DI BOLLO ASSOLTA IN MODO ELETTRONICO E PAGATA TRIMESTRALMENTE

L’assolvimento dell’imposta di bollo sulle fatture elettroniche va eseguito in modalità elettronica e il versamento dell’imposta deve avvenire trimestralmente con mod. F24.

 

OBBLIGO DI CONSERVAZIONE ELETTRONICA PER I FORFETTARI

I contribuenti forfettari sono tenuti alla conservazione digitale elettronica decennale dei documenti fiscali e quindi, non solo delle fatture elettroniche emesse, ma anche di quelle ricevute.

 

ADESIONE AL SERVIZIO DI CONSERVAZIONE ELETTRONICA DELL’AGENZIA ENTRATE

I contribuenti forfettari possono aderire al servizio di conservazione elettronica gratuito delle fatture elettroniche emesse e ricevute messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate,

Il processo di conservazione si applica automaticamente alle fatture emesse o ricevute DOPO l’adesione al servizio.

DETRAZIONE IVA PER ACQUISTI A CAVALLO D’ANNO 2023/2024

La detrazione iva degli acquisti a cavallo d’anno segue regole diverse rispetto alle regole ordinarie.

Si rende quindi necessario sollecitare i vostri fornitori a inviare la fattura entro fine anno (tenendo conto che lo SDI può impiegare fino a 5 giorni per consegnare la fattura).

L’iva delle fatture di acquisto datate 2023 ma ricevute nel 2024 potrà essere detratta SOLO nel 2024.

SOCIETA’ E IMPRESE IN CONTABILITA’ SEMPLIFICATA

I soggetti in contabilità semplificata che ricevono nel 2024 la fattura datata 2023 hanno un ulteriore aggravio: il costo NON potrà essere dedotto nel 2023, diventerà deducibile nel bilancio 2024.