DAL 01.07.2022 OBBLIGO DI FATTURA ELETTRONICA PER I FORFETTARI, MINIMI E REGIME 398

OBBLIGO DI FATTURA ELETTRONICA PER FORFETTARI, MINIMI E REGIME 398

Dal 01.07.2022 entra in vigore l’OBBLIGO DI FATTURA ELETTRONICA per i seguenti soggetti che nell’anno 2021 hanno conseguito ricavi superiori a €. 25.000:

 

  • Soggetti in regime fiscale FORFETTARIO;
  • Soggetti in regime fiscale dei MINIMI;
  • Soggetti in regime fiscale di cui agli art. 1 e 2 398/91.

 

In caso di attività iniziata nel corso del 2021 il limite dei €. 25.000 deve essere ragguagliato ad anno.

 

Dal 01.01.2024 la fattura elettronica diventerà obbligatoria per tutti senza limite di ricavi.

 

CONSEGNA DOCUMENTI DELL’ANNO 2021

I clienti che applicano il regime forfettario, il regime dei minimi o il regime 398 devono consegnare allo studio i documenti contabili del 2021 per la verifica dei limiti.

OBBLIGO POS DAL 30.06.2022 PER IL COMMERCIO, I SERVIZI ED I PROFESSIONISTI

OBBLIGO POS DAL 30.06.2022

Dal 30.06.2022 sono obbligati ad accettare anche pagamenti effettuati attraverso carte di credito, bancomat e carte di debito:

  • i soggetti che effettuano l’attività di commercio di beni;
  • i soggetti che effettuano prestazione di servizi (anche artigiani, idraulici, elettricisti, etc);
  • i professionisti (medici, avvocati, architetti, geometri, etc.).

 

SANZIONI

Per la mancata accettazione di pagamenti tramite carte elettroniche, DI QUALSIASI IMPORTO, è prevista una doppia sanzione:

  • una sanzione fissa di €. 30,00 (trenta/00);
  • una sanzione variabile pari al 4% del valore della transazione.

INVIO DEI CORRISPETTIVI – OBBLIGO DEL NUOVO TRACCIATO VERSIONE 7.0

INVIO TELEMATICO DEI CORRISPETTIVI CON VERSIONE 7.0:

Dal 2022 l’invio telematico dei corrispettivi deve essere effettuato con il nuovo tracciato telematico (ver. 7.0).

 

SANZIONI:

L’invio dei dati con il “vecchio” tracciato ver. 6.0 configura una “omessa trasmissione” dei corrispettivi con una sanzione di € 100 per ciascuna trasmissione, senza possibilità di applicare il cumulo giuridico.

 

Vi invitiamo quindi a verificare con chi segue l’assistenza del vostro registratore telematico che il dispositivo sia aggiornato al nuovo tracciato.